L’esercizio fisico è ottimo per la memoria, e basta una sola sessione per vederlo

Advertisements

Secondo un recente studio sull’esercizio fisico, la memoria e l’invecchiamento, l’allenamento renderebbe il nostro cervello e i suoi muscoli più in forma.

La ricerca ha dimostrato che anche un solo allenamento può migliorare le nostre funzioni cerebrali e aiutarci a riconoscere i nomi comuni. Ma è molto di più, potrebbe anche portare a miglioramenti a lungo termine, poiché gli effetti positivi si accumulano.

Un tempo si pensava che il nostro cervello non cambiasse in età adulta, soprattutto in confronto ai muscoli e ai tessuti malleabili che si modificano a seconda delle nostre attività. Ma nuovi esperimenti dimostrano che il nostro cervello è piuttosto plastico e che può rimodellarsi in molti modi diversi.

Advertisements

Secondo gli studi, un esercizio regolare può migliorare le nostre capacità di pensiero e aumentare il volume dell’ippocampo, che ha il compito di regolare la motivazione, l’emozione, l’apprendimento e la memoria.

Ma la domanda è se i cambiamenti possono effettivamente durare, o se sono destinati ad essere effetti a breve termine. Su questo argomento, l’Università del Maryland ha pubblicato uno studio nel 2013 che esamina gli effetti a lungo termine dell’esercizio fisico legati alla memoria semantica.

La memoria semantica è una memoria a lungo termine che si riferisce a idee e concetti come nomi di colori, personaggi famosi o qualsiasi conoscenza culturale che si costruisce nel corso della vita. Ma è anche il primo tipo di memoria che scompare quando le persone invecchiano.

Lo studio del Maryland ha dimostrato che 12 settimane di camminata sul tapis roulant rendono il nostro cervello meno attivo durante i test di memoria semantica, il che significa che è più efficiente e richiede meno risorse per accedere alle memorie.

Uno studio pubblicato nell’aprile 2019 sul The Journal of the International Neuropsychological Society era interessato soprattutto al modo in cui un singolo allenamento poteva cambiare il nostro cervello. Hanno reclutato 26 persone sane tra i 55 e gli 85 anni e hanno chiesto loro di fare esercizio fisico in bicicletta per 30 minuti.

Dopo sono andati a fare una risonanza magnetica al cervello e gli sono stati mostrati nomi che erano un mix di nomi di persone famose e nomi normali presi da un elenco telefonico. Hanno dovuto premere un tasto per i nomi delle celebrità e un altro per i nomi che non riconoscevano.

Questa volta, le parti del cervello per la memoria semantica sono state molto più attive dopo che le persone si sono esercitate rispetto a quando si sono riposate. Gli scienziati erano sorpresi, ma capirono che era l’inizio di una risposta di addestramento.

« C’è un’analogia con quello che succede con i muscoli », ha detto J. Carson Smith, professore associato di kinesiologia e direttore del Laboratorio di salute del cervello per l’esercizio fisico.

Quando le persone iniziano a fare esercizio, i loro muscoli si tendono e bruciano, ma poi diventano più efficienti, man mano che si diventa più in forma ». Allo stesso modo, il nostro cervello si rimodella e migliora con l’esercizio continuo. Diventa più in forma.

Lo studio non mostra i diversi passaggi del nostro cervello che cambiano e come l’attività fisica lo altera, anche se Smith ritiene che debba essere collegato ai neurotrasmettitori e ad altre sostanze biochimiche. Stanno pianificando studi futuri per esaminare questi problemi e per determinare quali sarebbero i tipi e le quantità migliori di esercizio per il nostro cervello.

Advertisements